pensaterosa

27 dicembre 2009

Desertificazione e nevicata

Filed under: Uncategorized — pensaterosa @ 19:35
Tags:

Il 19 Dicembre Bologna era vestita di bianco come è normale, anche se non tutti gli anni, nella stagione invernale. Nonostante questo, in città gli spalaneve hanno cominciato a circolare intorno alle otto della mattina quando già il manto di neve era ben compattato e quasi nessuno dei condomini (e neppure i pompieri di viale Aldini) ha spalato la neve sul marciapiede prospiciente la propria abitazione. Lungo i portici poi, la neve entrata di traverso si è subito trasformata in un manto scivolosissimo ed in alcuni casi, come all’angolo di via Farini con via D’Azeglio, in un velo ghiacciato: nessuno dei negozianti si è minimamente preoccupato di gettare segatura sotto i portici come facevano un tempo.

So perfettamente che se mi rompo le ossa mi dovranno pagare i danni ma preferisco non rompermi le ossa!

Ad un cassiere di un notissimo bar del centro cui facevo osservare il problema è venuta in mente una splendida risposta: ma non ci deve pensare il comune?

Ognuno è bene che ricominci a fare la sua parte perché se si delega troppo le tasse diventano sempre più pesanti o, più semplicemente, come nel caso di specie, non si hanno i servizi.

Ricordo comunque che negli anni cinquanta e sessanta, appena cominciava a nevicare, frotte di studenti ed operai si presentavano in comune per essere organizzati, e pagati, per pulire le strade: come mai non succede anche oggi? Che tutti pensino che tocchi alla mamma?

Gli spalaneve hanno poi proseguito ad oltranza cercando, ed in alcuni casi riuscendo, a spalare anche un po’ di asfalto.

Annunci

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: