pensaterosa

8 aprile 2010

Citare il vaticano per i casi di pedofilia in USA

Filed under: Uncategorized — pensaterosa @ 19:39
Tags: , , , ,

È assolutamente folle. Sarebbe come se l’Italia citasse gli USA per un danno creato in Italia, al di fuori delle sue funzioni amministrative, da un dipendente italiano dello stato americano.

Volgarmente ma con assoluta chiarezza sia i cazzi che i culi sono americani e quindi sono tutti …. . …. loro.

L’interesse biecamente economico è evidente. Il patrimonio della chiesa cattolica in USA è stato pressoché completamente prosciugato e quindi può tentare l’idea di rivalersi sulla pietà di Michelangelo e su altre opere presenti in Vaticano.

Sarebbe  sufficiente fissare adeguati prezzi alle violenze subite, ricordo da preti americani che potevano essere controllati e repressi da poliziotti americani in territorio americano, ed il gioco sarebbe fatto…. E sui risarcimenti i tribunali americani non scherzano.

Occorre comunque ricordare che il patrimonio della città del Vaticano è costituito quasi esclusivamente da opere d’arte e che quelle opere sono lì da quando lo stato della chiesa si estendeva a tutto il Lazio, alle Marche, alla Romagna ed a Bologna ed alcune, non di poco conto, sono state trasferite da Ferrara da Urbino e da altri luoghi al Vaticano. Fanno quindi parte del nostro patrimonio culturale e sono state conservate alla Chiesa per i patti che legano lo stato italiano alla Chiesa stessa, patti che potrebbero essere modificati in ogni momento per accordo tra le parti riconoscendo alla Chiesa l’uso esclusivo di quei beni ma conservandone la proprietà alle comunità dalle quali sono state espresse.

Se ci si fosse comportati in questo modo per tutte le chiese presenti sul territorio, queste non sarebbero state spogliate da parroci incapaci di resistere ad offerte spesso ridicole rispetto al valore di mercato degli oggetti venduti

A parte la fantapolitica, sarà bene che gli USA pensino ai loro problemi, che non sono pochi, e non vogliano rivalersi su chi ritengono più debole. Molti popoli debbono riconoscenza agli USA ma hanno anche motivi di odio nei loro confronti per gli inutili stermini perpetrati un poco ovunque con i bombardieri ieri ed i droni oggi. Se fossi in loro non sarei certo di non aver nulla da temere….dai più deboli.

Forse sono affetti da un delirio di onnipotenza  talmente forte da credere di essere la Lega.

Quanto alla Chiesa ha avuto come sua massima preoccupazione evitare gli scandali. Sarebbe stato meglio non avesse dato occasione di scandalo e, una volta fatto il guasto, avesse pubblicamente condannato il peccatore-delinquente affidandolo alla giustizia civile ed assumendosi le relative responsabilità economiche. Non lo ha fatto e questo è innegabile. Il condannare questo tipo di comportamenti non è un attacco alla Chiesa in quanto tale ma ai suoi comportamenti delittuosi che, se negati, divengono gravi e coinvolgenti per l’intera istituzione. Si penta che non è mai troppo tardi……Ma  non pensi di cavarsela con tre pater ave gloria…..I responsabili devono pagare e di persona, ed in primis i curiali che invece di governare la chiesa si occupavano del suo e del loro buon nome.

È assolutamente folle. Sarebbe come se l’Italia citasse gli USA per un danno creato in Italia, al di fuori delle sue funzioni amministrative, da un dipendente italiano dello stato americano.

Volgarmente ma con assoluta chiarezza sia i cazzi che i culi sono americani e quindi sono tutti …. . …. loro.

L’interesse biecamente economico è evidente. Il patrimonio della chiesa cattolica in USA è stato pressoché completamente prosciugato e quindi può tentare l’idea di rivalersi sulla pietà di Michelangelo e su altre opere presenti in Vaticano.

Sarebbe  sufficiente fissare adeguati prezzi alle violenze subite, ricordo da preti americani che potevano essere controllati e repressi da poliziotti americani in territorio americano, ed il gioco sarebbe fatto…. E sui risarcimenti i tribunali americani non scherzano.

Occorre comunque ricordare che il patrimonio della città del Vaticano è costituito quasi esclusivamente da opere d’arte e che quelle opere sono lì da quando lo stato della chiesa si estendeva a tutto il Lazio, alle Marche, alla Romagna ed a Bologna ed alcune, non di poco conto, sono state trasferite da Ferrara da Urbino e da altri luoghi al Vaticano. Fanno quindi parte del nostro patrimonio culturale e sono state conservate alla Chiesa per i patti che legano lo stato italiano alla Chiesa stessa, patti che potrebbero essere modificati in ogni momento per accordo tra le parti riconoscendo alla Chiesa l’uso esclusivo di quei beni ma conservandone la proprietà alle comunità dalle quali sono state espresse.

Se ci si fosse comportati in questo modo per tutte le chiese presenti sul territorio, queste non sarebbero state spogliate da parroci incapaci di resistere ad offerte spesso ridicole rispetto al valore di mercato degli oggetti venduti

A parte la fantapolitica, sarà bene che gli USA pensino ai loro problemi, che non sono pochi, e non vogliano rivalersi su chi ritengono più debole. Molti popoli debbono riconoscenza agli USA ma hanno anche motivi di odio nei loro confronti per gli inutili stermini perpetrati un poco ovunque con i bombardieri ieri ed i droni oggi. Se fossi in loro non sarei certo di non aver nulla da temere….dai più deboli.

Forse sono affetti da un delirio di onnipotenza  talmente forte da credere di essere la Lega.

Quanto alla Chiesa ha avuto come sua massima preoccupazione evitare gli scandali. Sarebbe stato meglio non avesse dato occasione di scandalo e, una volta fatto il guasto, avesse pubblicamente condannato il peccatore-delinquente affidandolo alla giustizia civile ed assumendosi le relative responsabilità economiche. Non lo ha fatto e questo è innegabile. Il condannare questo tipo di comportamenti non è un attacco alla Chiesa in quanto tale ma ai suoi comportamenti delittuosi che, se negati, divengono gravi e coinvolgenti per l’intera istituzione. Si penta che non è mai troppo tardi……Ma  non pensi di cavarsela con tre pater ave gloria…..I responsabili devono pagare e di persona, ed in primis i curiali che invece di governare la chiesa si occupavano del suo e del loro buon nome.

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: