pensaterosa

4 novembre 2010

PUNTO E A CAPO

Filed under: Uncategorized — pensaterosa @ 17:34
Tags: , , , , , , , ,


Con questa frase l’avvocato Agnelli volle significare una svolta nella politica della qualità alla FIAT.

L’obiettivo era quello dello “0 difetti” per fronteggiare un mondo caratterizzato da una concorrenza sempre più agguerrita e dalla caduta delle barriere doganali che in passato avevano protetto l’industria italiana.

Automobili capaci di fare, senza cigolii e senza guasti, trecentomila km.

Non solo belle ma anche buone: kalòs kagazòs per richiamare un motto greco molto noto.

La FIAT ha raggiunto questo obiettivo? Occorre domandarselo per capire quale futuro potrà avere la FIAT se perderà anche quel poco di mercato “che compra italiano in quanto italiano”, quel poco che è comunque un trenta per cento del nostro mercato.

Non credo che le automobili francesi, tedesche o giapponesi non si rompano mai, certo le FIAT qualche problema ogni tanto lo hanno:

La Punto che oggi guido, dopo cinque anni e 75.000 km di onorato servizio, mi ha fatto un brutto scherzo, fortunatamente mentre ero ormai pressoché parcheggiato nel mio cortile. Per la rottura di un sostegno il cambio ha modificato la sua posizione, l’è gnò zò, per dirla alla bolognese e per fortuna i miei meccanici di fiducia sono stati in grado di portarla in officina con l’unica marcia che era rimasta innestata, la seconda. La riparazione ha avuto un costo modesto, se si esclude il costo delle sostituzioni di filtri ed olio cui si deve provvedere ogni 25.000 km. Certo le FIAT sono miracolose, non si fermano mai: ricordo che durante un viaggio in Danimarca con i miei studenti, arrivammo con l’autobus che funzionava ormai con un solo cilindro ed a fatica superò il dislivello di un piccolo ponte prima di arrivare a Copenaghen. E tutto era iniziato al passo del Brennero dove il collettore si era crepato e, per non essere asfissiati, dovevamo viaggiare con i finestrini aperti.

La Pando a metano di mio figlio, a neppure due anni dall’acquisto ha avuto già tre problemi, l’ultimo dei quali un po’ grave: la rottura di un cuscinetto del cambio, già fuori garanzia contrariamente alle altre parti della macchina. In verità il cambio aveva sempre manifestato qualche problemino, che dopo la riparazione non ha più, ma i tecnici della FIAT che l’avevano provata più volte dopo le due riparazioni precedenti, non vi avevano dato peso ….. e la Panda viene proposta come il fiore all’occhiello della FIAT!

Amo troppo il mio paese e vorrei che la FIAT fosse migliore di quello che è …… Forza Marchionne, cerca di farcela!

Annunci

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: