pensaterosa

27 maggio 2011

Abbiamo votato!

Io, da vecchio repubblicano, trovando l’ederina, non ho avuto dubbi pur sapendo che era un voto di “fede” e nulla più.

Quello che è interessante è osservare che a Bologna molti berlusconiani non hanno votato per il candidato leghista mentre a Milano molti leghisti non hanno votato per la Moratti.

Che Lega e Berlusconi avessero poco a che fare gli uni con gli altri era evidente. La coalizione era dettata da esigenze diverse: il federalismo per la Lega ed altri provvedimenti per Berlusconi. Nulla più e si sono viste le conseguenze.

Risulta necessaria, per numerosi motivi, una riforma elettorale anche se ho qualche dubbio sulla possibilità di ripristinare il voto di preferenza: questa possibilità favorirebbe la delinquenza organizzata, ormai presente in tutta Italia ed in grado di spostare blocchi consistenti di voti su un candidato disponibile a favorire gli interessi malavitosi.

Forse si potrebbero stabilire, da parte dei partiti, liste di candidati tre volte superiori a quelli eleggibili per poi raccogliere le firme a favore dell’uno o dell’altro: in questo modo risulterebbero in lista i candidati proposti corredati dal maggior numero di firme ….. ma forse in questo modo la delinquenza organizzata sarebbe ancora più favorita ….. Segna mess mél!

Annunci

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: