pensaterosa

6 settembre 2011

La denatalità

Filed under: Uncategorized — pensaterosa @ 09:45

Dopo una lunga estate riprendo a pubblicare le mie “pensate”
Il momento più che drammatico è allucinante: invece di affrontare il vero problema della nostra economia, la denatalità, se ne affrontano alcune conseguenze.
Ma come si può pensare che non sia in crisi una economia dalla quale escono ogni anno .per ragioni d’età, circa un milione di persone mentre ne entrano solo cinquecentomila! A parte i commenti sulle capacità di tanti figli unici che, ai colloqui per essere assunti, chiedono solo quanto saranno pagati, di quante ferie godranno e se il sabato è libero!
Non c’è da meravigliarsi se i migliori se ne vanno: perché dovrebbero pagare tasse e balzelli per mantenere un esercito di nullafacenti? Sia ben chiaro che sono i migliori ad andarsene, quelli che non hanno nessun problema a trovare un lavoro qualificato ovunque si presentino, non certo i ragazzotti timorosi e preoccupati di quanto potranno ancora divertirsi!
Le nostre leggi sono punitive nei confronti di quanti fanno figli: quasi nulla viene riconosciuto per i costi che si devono sostenere, se si ha un minimo di reddito si devono pagare spese consistenti per l’asilo e le scuole, se si risparmia per poter garantire una casa ai figli quando saranno grandi quella casa viene tassata come bene da reddito, il numero dei figli non viene calcolato per stabilire l’età di pensionamento sia per il padre che per la madre, il reddito tassabile dei figli, risultato di una educazione virtuosa, non viene in alcun modo valutato per valorizzare la pensione dei genitori ……..L’Italia affonda, e perché non dovrebbe?

E chi non ha figli si lamenta perché ha paura di vedere vanificata la sua pensione. Ma chi crede che le paghino le pensioni, forse che le marchette, senza qualcuno che le fa lavorare, possono produrre pensioni?

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: