pensaterosa

25 marzo 2012

DIRITTI

Sentiamo continuamente parlare di diritti, di conquiste sociali in pericolo quasi la loro progressiva erosione dipendesse da chi ci governa.

Ma ci siamo mai domandati sulla pelle di chi si sono affermati questi diritti? Triste da dirsi, ma il nostro paese è stato, insieme a tutto l’Occidente industrializzato (un insieme di ottocento milioni di persone) più o meno consapevolmente neocolonialista per alcuni decenni. Sicuramente tra il 1950 e l’inizio degli anni novanta. In tutto quel periodo il resto del mondo lavorava per noi, acquistando a caro prezzo i nostri prodotti industriali e vendendoci prodotti agricoli e materie prime. Pensate che sia ancora così?

Oggi Cina e India (circa 2 miliardi e mezzo di persone) competono con noi sui mercati mondiali: acquistano materie prime e vendono prodotti finiti. In particolare la Cina ha una bilancia commerciale in grande attivo e, con la valuta forte di cui dispone, compra le nostre imprese, oltre a quelle degli altri paesi. Si dice, tra il serio ed il faceto, che stia comprando gli Stati Uniti in blocco! Anche Cinesi ed Indiani hanno diritti e, con l’aumento dei redditi dei loro lavoratori (per ora limitato a quelli di più alta competenza) , li afferma e pratica …….. erodendo quelli dei nostri lavoratori!
Forse che vogliamo fare la guerra a Cina ed india per ristabilire i rapporti di forza di un tempo?

Non siamo in un vicolo cieco, salvo non vogliamo porci in questa posizione! Potremmo recuperare capacità di benessere se sviluppassimo le attività creative di cui siamo ampiamente dotati e, attraverso la continua innovazione di tecnologie e di prodotti ci ponessimo in una posizione competitiva vincente …… Ma per far questo bisogna impegnarsi a studiare bene, a lavorare meglio ed a fare figli capaci di sostituirci quando saremo vecchi …… Ne siamo ancora capaci?

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: