pensaterosa

Perchè questo Blog?

Perche'?

Cari amici, ho aperto questo Blog per riprendere il dialogo, interrotto con la mia andata in pensione dall’università, sui grandi cambiamenti iniziati negli anni sessanta.

Sento la mancanza delle aule che si rinnovavano di anno in anno, ognuna con caratteristiche ed aspettative diverse che andavano capite e sviluppate. Per questa ragione le mie lezioni erano di anno in anno sempre più discontinue e tarate sulle presenze nel tentativo di costruire un dialogo con i vostri pensieri.

L’aula virtuale non sarà l’aula fisica ma può essere una nuova sfida da cogliere e le persone, più aumentano nel carico degli anni più sentono il bisogno di sentirsi vive e, forse proprio per questa ragione, inizio la nuova avventura.

Tra le aule del passato ne ricordo tre in particolare:

Un’aula di studenti lavoratori del corso serale a Modena. Fatica ed attenzione erano palpabili, e nessuno di loro veniva impreparato agli esami.

L’aula da cui nacque il CESTUD: rimasi esterrefatto per la bellezza dei presenti accentuata nelle donne dalla moda di quell’anno di portare cerchietti fosforescenti. Con la maggior parte di quelli di loro che fondarono il CESTUD mi ritrovo ancora a cena almeno una volta all’anno.

L’aula del primo anno in cui feci lezione in aula magna: sentivo la presenza di persone con forti emozioni e ne feci alzare alcune parlando con queste in linguaggio plurale. In seguito diversi di loro mi dissero che non volevano più venire alle mie lezioni, ma continuarono.

Qui di seguito elencherò i temi principali sui quali abbiamo discusso nel corso di oltre trenta anni:

I cittadini dei paesi ricchi passano da  800 milioni a 4 miliardi.

Le produzioni ad alta intensità di manodopera si trasferiscono nei paesi di più recente industrializzazione, seguite dalle produzioni di macchinari destinati alla realizzazione degli stessi prodotti e quindi da attività innovative di ogni genere.

Il cambiamento quantitativo diviene qualitativo con l’accelerarsi dei cicli di rinnovamento e con la centralità della produzione di conoscenza nella generazione del prodotto interno lordo.

Il susseguirsi dei cicli economici che ha caratterizzato l’economia industriale viene sostituito dal caos delle interconnessioni multiple che legano processi, produttori e prodotti.

La grande dimensione non è più generatrice di stabilità e di continuità di sviluppo ma con la staticità che la caratterizza diviene fonte di crisi.

Le PMI variamente collegate tra loro divengono le più importanti fonti di innovazione e di produzioni ad alto valore aggiunto.

Nascono nuovi mestieri e, tra questi, quello di aggregatore di capacità su obiettivi temporanei.

In allegato è possibile trovare i miei libri per quanti trovassero ostico il primo approccio ai temi trattati.

Oltre a tematiche teoriche di sfondo potrete trovare “testi di alleggerimento” già da voi ricevuti negli anni come “pensate rosa” e in parte raccolte in un libro “Memories, Il Maurizio furioso” edito da effeelle editori nel 2008.

Raccoglieremo inoltre tracce di cambiamenti significativi avvenuti dall’inizio degli anni sessanta ad oggi. A titolo d’esempio:

Nei bar, per usufruire dei bagni, aggi occorre chiedere la chiave. Negli anni sessanta no!

Per fare le vacanze, spesso, si prende l’aereo per andare in paesi lontani. Costa meno ed il sole è garantito

I figli vengono spesso lasciati a casa da soli anche se molto giovani, non sono più seguiti e “custoditi” come un tempo.

I giovani usano con frequenza sostanze eccitanti di ogni tipo, a noi servivano i calmanti.

I giovani sembra abbiano bisogno di bere per divertirsi, siamo diventati americani?

Gli anziani in quanto tali hanno ancora un ruolo nella società moderna?

E che la nuova avventura abbia inizio!

Maurizio Rosa

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: